Associazione Sostenitori Collaboratori e Testimoni di Giustizia

Caso Pamela.Collaboratore di giustizia minacciato!

Un collaboratore di giustizia senza protezione ha la mafia alle costole,ma viene a conoscenza della neonata mafia nigeriana che avrebbe ucciso la giovane Pamela e decide di collaborare anche su questo caso.

Adesso ha due mafie che lo vogliono morto, ma non è tutto.

“Oseghale disse a mio marito che se lo avesse aiutato gli avrebbe fatto arrivare 100mila euro da Castel Volturno. Oseghale gli propose di fare da testimone in sua difesa. Avrebbe dovuto testimoniare che Pamela era morta di overdose”.

Leggete questo articolo, vedrete che tutto è nascosto!

Noi siamo per la legalità!