Associazione Sostenitori Collaboratori e Testimoni di Giustizia

Chi siamo

Il Comitato per la tutela dei diritti e della sicurezza dei Collaboratori di Giustizia e di chiunque decida di collaborare con la giustizia (testimoniando anche nelle aule dei tribunali) nasce affinchè si possa raggiungere insieme, un obiettivo comune,e cioè “far sì che lo Stato,rappresentato dai nostri rappresentanti Parlamentari,adegui le attuali “leggi esistenti”,ascoltando le richieste che ci pervengono già dalle famiglie e dai collaboratori che giornalmente sosteniamo,in special modo la sicurezza e un degno contesto di vita ai suoi familiari.

Le leggi e le norme sui CdG fanno parte di un contratto bilaterale,di cui lo Stato da una parte e i CdG dall’altra, si impegnano di comune accordo a raggiungere un obiettivo comune:liberare lo Stato dalle mafie garantendo la “libertà e la sicurezza personale” dei CdG e le loro famiglie.

Purtroppo,gli eventi stanno dimostrando il contrario,familiari e collaboratori di giustizia negli ultimi anni stanno venendo assassinati,minacciati fino alle località segrete,costretti a vivere senza poter rifarsi una vita lavorativa o sociale.

Esseri “liberi” vuol dire scegliere,abbiamo scelto già di unirci allo STATO VERO,abbiamo pagato per ciò che abbiamo commesso e adesso stiamo aiutando il nostro “STATO” a liberarsi di un cancro con tutte le nostre,ma in tutto ciò chiediamo solamente di “vivere”!

I nostri figli hanno diritto alla libertà e non alla emarginazione sociale che stanno e stiamo vivendo insieme alle nostre famiglie.

Vorremmo non essere presenti solo nella mente dell’opinione pubblica, media,politica e forze dell’ordine solo quando grazie al nostro contributo si compiono “maxi operazioni,blitz ecc”,vorremmo semplicemente essere ricordati sempre come “umili esseri umani” che cercano “libertà e rispetto”.