Italia

Sede secondaria:Germania.

Potete contattarci a questa mail:

comitatocdg@gmail.com

Siamo disponibili

Lun-Sab: dalle 9.00 alle 21.00

Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dei tag

Il Comitato sostenitori CdG,contro lo striscione di Napoli,risponde:”Pronti a morire”!

 Il silenzio e il mancato sostegno ai “pentiti” che ogni giorno gradualmente vengono diffamati e censurati,sta provocando un effetto contro il nostro stesso Stato e le forze dell’ordine.Ieri notte,a Napoli,non a caso uno striscione con svastica contro i “pentiti” di camorra è stato posto a bella vista davanti ad un asilo!

Ne avevamo colto il segno sin da gennaio,mettendo in guardia sia il ministro Salvini che la stessa DNA,grazie al collaboratore di giustizia (ex boss di ‘ndrangheta) Luigi Bonaventura, che grazie ad un articolo – intervista di Fabrizio Capecelatro all’ex boss di ‘ndrangheta ne annunciò alcune trame. (qui l’articolo)

Lo striscione di domenica scorsa,nella curva sud presso lo stadio della capitale, l’Olimpico,a favore del nuovo “pentitoGennaro De Tommaso, meglio conosciuto come Genny ‘a Carogna,che metterà a tappeto gli ultimi strasci della “camorra” ha dato seguito ad un contrattacco verso “tutti i pentiti” con tanto di striscione e svastica,con un messaggio preciso:

«La vostra libertà puzza di infamità. Via da questa città. Ztl Lo Russo»

L’atto criminale e delinquenziale è stato messo in atto nella zona di Piscinola,da dove è arrivato l’allarme al 113 che arrivata sul luogo ha scattato qualche foto e poi ha rimosso lo striscione,peccato che la segnalazione sia arrivata alle 7 del mattino,ma già dice tanto..

Il tutto è accaduto quando Genny ‘a carogna,il nuovo “pentito” sarà impegnato nel processo d’appello per l’omicidio di Genny Cesarano, vittima innocente di camorra durante un blitz dei Lo Russo alla Sanità per colpire i rivali, gli Esposito-Genidoni. Ricordiamo che la testimonianza è importante perché mancano ancora due nomi dei partecipanti all’agguato, e dove un killer pentito potrebbe svelarne i nomi.

Insomma un subbuglio tra i resti dei “camorristi”,ma un nuovo segnale allarmante in quelli di Scampia e dintorni,dove i ragazzi sono cresciuti in un clima particolare e con “Gomorra”.

Già a maggio del 2017 la DDA di Napoli segnalava una svolta nelle zone di:Miano, Piscinola, Masseria Cardone, Scampia e Secondigliano,con effetti evolutivi che oggi vediamo.

Nel 2017 la DDA si espresse così:

sarebbero in atto delle modifiche agli assetti criminali, in parte determinate dalla destabilizzazione del gruppo lo Russo. Non accenna poi a diminuire l’operatività del clan Di Lauro, che può contare sulla guida dei componenti della stessa famiglia, liberi o latitanti, e sulle ingenti risorse economiche accumulate negli anni, soprattutto dalla gestione della vendita di stupefacenti a Scampia. L’altro gruppo locale, il clan Vanella Grassi, in passato scontratosi con i Di Lauro, rimane punto di riferimento nell’area napoletana per quanto concerne il traffico di stupefacenti, sebbene sia stato colpito da arresti di elementi apicali e di numerosi affiliati“.

Oggi il clima è diverso,molti camorristi sono diventati “pentiti” o scomparsi,è in atto una nuova generazione nata guardando una camorra organizzata che dallo spaccio di cocaina, eroina e droghe leggere,dove guadagnare 200 euro o più in un’ora spacciando o facendo da palo,è passata alla corruzione più assoluta e agli affari più proficui,ma ha favorito l’abbandono della scuola,la perdità dei lavori manufattieri che sempre hanno contraddistinto la Napoli per bene.

La nascita di questa “viva gomorra” è un segnale forte che i napoletani percepiscono bene,e più di loro la percepiscono i “collaboratori di giustizia” che capiscono la differenza tra intimidazione silenziosa e pubblica!

Una finestra aperta per tutte le mafie,questo è il messaggio lanciato per tornare a colpire lo Stato,qualcuno la chiamerebbe – e ne avrebbe ragione – Broken Windows, noi la definiamo “Gomorra”,la nuova camorra!

Noi del Comitato Sostenitori CDG

sosteniamo i pentiti contro i camorristi.

Adesso ammazzateci tutti!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: